Chi Siamo
Sud Puglia nasce nel 2016, a Racale, nel cuore del Salento, a due passi dal mare. Innamorati perdutamente della nostra terra, seguaci delle nostre più antiche tradizioni e amanti della natura, mettiamo a vostra disposizione tutta la nostra conoscenza del territorio, la nostra serietà, il nostro impegno e soprattutto la responsabilità di realizzare i vostri sogni, facendovi vivere una vacanza indimenticabile! Abbiamo accuratamente selezionato, al miglior prezzo, le più belle strutture ricettive, ubicate nelle località più suggestive del Salento: tra terra e mare, tra spiagge e scogliere, tra castelli medioevali e incantevoli borghi antichi. Vi accompagneremo in un viaggio speciale ,unico, fatto di storia e cultura, di tradizioni e di culti, di storie antiche ma mai dimenticate, di mare, di colori e sapori per conoscere e scoprire il Salento più autentico. Sogna la vacanza che vuoi vivere e noi la trasformeremo in realtà! Il Salento ti aspetta

DOVREMMO AVERE TUTTI UNA VITA VISTA MARE

SCEGLI LA TUA.

 
Risultati
Le nostre
strutture
 
Dintorni
 
 
 
Gallipoli
+
Il nome Gallipoli deriva dal greco Kale polis, il cui significato è "Città beltà". Durante il 265 a.C., fu conquistata dai Romani. Essi migliorarono i sistemi di comunicazione della città, collegando Gallipoli alla Via Traiana, operazione che consentiva un rapido passaggio verso i Balcani, ed inoltre, ampliarono e svilupparono le attività portuali, trasformando così la città di Gallipoli in un centro militare.
Nel '450 venne occupata dai Barbari, die saccheggiarono la città. Durante il (500 Gallipoli condivide la sorte della gran parte del territorio del Salente cioè la dominazione durata 42 anni da parte dei bizantini. Più tardi, nel '542 d.C. venne ricostruita da cima a fondo dall'lmpero Romano di Onesti che la potenziò di apparati difensivi come il castello in difesa del centro storico.
Divenne così uno dei centri navali e militari più importanti dello Ionio. Durante l'XI secolo, venne occupata dai Normanni che liberarono la città dai Greci e, successivamente, dopo un periodo di tranquillità, la città subisce un ferocissimo assedio da parte del re Carlo l D'Angiò che durò fino al 1268. In seguito trovò la forza di espandersi grazie al continuo aumento delle ? attività portuali. Dopo numerose dominazioni, passò sotto il dominio Spagnolo.
Torre Suda
+
E’ la marina di Racale. Trae le sue origini dalla presenza del omonima torre che fu progettata nel 1563.
La marina si presenta con una costa rocciosa ma sempre molto bassa, il suo centro urbano si è sviluppato intorno alla Torre e d'estate si popola di villeggianti amanti della tranquillità e della spensieratezza, e comunque all’insegna del divertimento. Ogni anno nel periodo estivo ci sono una serie di manifestazioni che rientrano nella strategia per orientare la creazione del valore insito nel prodotto tipico, l'incentivare. quindi, la cultura del cibo salentino oltre che la movida notturna.
Imparando così a conoscere alcuni termini come la parola Cuturusciù che più che capirla in modo verbale, basta chiudere gli occhi e sentirne il profumo: ciambelle di pane all'olio e pepe. Da visitare a Racale la Chiesa di San Nicola Pellegrino Risale al XII see. come attesta la lapide di fondazione custodita al suo interno.
Marine di Nardò
+
Le marine di Nardo si trovano tra Porto Cesareo e Gallipoli. Ospitano affascinanti itinerari, che si snodano tra torri costiere e baie suggestive.
La marina di S. Isidoro ha una sabbia finissima e un mare incantevole, le sue calette, le isolette e le torri costiere hanno rappresentato e rappresentano un unico ed incantevole paesaggio naturalistico, protetto dall'area marina istituita nel 1997, che si raccoglie sotto la torre costiera del XVI secolo. Proseguendo più a sud troviamo scogliere impervie e selvagge che si specchiano in un mare cristallino ricco di sorgenti di acqua dolce che sgorgano a filo d'acqua.
Una serie di grotte di elevato interesse scientifico e infine un susseguirsi di calette e anfratti rocciosi. Porto Selvaggio, per quanta detto, e il posto ideale per una passeggiata distensiva che porti ad un contatto vero con la natura incontaminata con tutti i benefici connessi. Ancora piu a sud. la spendida Santa Caterina: la località e stata abitata sin dai tempi più remoti, come testimoniano i numerosi reperti archeologici di epoca preistorica benvenuti nella vicina Grotta del Fico.
Porto Cesareo
+
Ai tempi dei romani si chiamava Portus Sasinae, quando era un importante scalo portuale per il commercio dei prodotti agricoli In realtà il luogo era già abitato in epoca preistorica e successivamente nell'Età del Bronzo, dai marinai di provenienza greca.
Intorno all'anno Mille, alcuni monaci basiliani vi costruirono un'abbazia che utilizzarono sino al XV secolo. Fu in quel periodo che iniziò la costruzione delle torri a difesa di nemici provenienti dal mare. Intorno al XVIII secolo si ripopolò grazie all'attività di una tonnara che attirò varie famiglie di pescatori. Il centro crebbe di importanza non solo come porto peschereccio ma anche come località turistico-balneare, ed iniziò ad essere chiamata Porto Cesareo, con i suoi 17 km di spiaggia dorata e acqua limpida.
San Giovanni
+
La storia di questa marina è legata indissolubilmente, oggi come nei tempi antichi, alle vicende storico-politiche della città di Ugento, della quale è oggi frazione. Torre San Giovanni è stato in antichità un importantissimo centro portuale, soprattutto a partire dal periodo greco-romano. Esistono, tuttavia, testimonianze della presenza umana, su questo litorale, sin dal periodo preistorico.
Numerosi sono infatti i ritrovamenti che risalgono a quest'epoca, uno tra tutti quel che riguarda il sito Le Pazze Nel Cinquecento, a conferma della sua importanza e della sua posizione strategica. Torre San Giovanni. entrò a far parte del piano di fortificazione e difesa delle coste salentine, voluto dall’ lmperatore Carlo V, per far fronte alle continue incursioni dei pirati Turchi che seminavano morte e distruzione. Per tale ragione venne costruita la Torre di Guardia "San Giovanni" (1565) che ancora oggi può essere ammirata nella sua integrità.
Torre Mozza
+
Torre Mozza marina di Ugento, prende il nome dall'omonima torre (Torre Fiumicelli): eretta per ordine del Re Carlo V nel XVI secolo era destinata all'avvistamento e per la difesa delle coste salentine contro le invasione dei pirati Saraceni. Nella sommità vi era una pira di legna che veniva accesa in caso di avvistamento di navi saracene per avvisare, con il fumo prodotto le altre torri costiere limitrofe e quelle presenti nelle masserie nell'entroterra. Al primo piano vi è un locale dove erano posizionate le sentinelle, esse avevano a disposizione dei cavalli attraverso i quali, in caso di una imminente invasione, avvisavano la popolazione dei paesi nell'entroterra, compreso il capoluogo di Ugento.
 
 
Contatti

Via Convento 25/a

73055 Racale LE

 
blog
Contattaci
Ricerca
Contatti
Dintorni
Sud Puglia S.r.l.s. Case Vacanze -
Via Convento 26/a 73055 Racale LE -
Tel. 0833 908489 ( Lun - Ven 9.00*13.00 - 16.00*20.00 ) -
Fax 0833-908489- Cell: 328-1418220 -
CCIAA di Lecce Rep.Ec.Am. N. 317246 -
P.IVA:04773450756